Luca Annuiti

il mio Blog personale su Virtualizzazione, SharePoint, Programmazione e ...

Come abilitare connessioni remote su MS SQL SERVER

Ecco come abilitare su SQL SERVER la possibilità di effettuare connessioni remote:

  1. Aprire SQL SERVER MANAGEMENT STUDIO, cliccare con tasto destro sul nome del server e selezionare Proprietà;
    nella finestra successiva, selezionare dall'elenco di sinistra la voce Connessioni e verificare che sia attiva la spunta sull'opzione Consenti connessioni remote al server:
  2. Verificare se sia abilitato il protocollo TPC/IP nelle impostazioni di rete, aprendo l'utility Gestione Configurazione di SQL Server accessibile attraverso il menù Start;
    selezionare la voce Configurazione di rete SQL Server e successivamente Protocolli per SQLxxxxx :


    Fare doppio click sulla voce TPC/IP e verificare che sia impostata la porta di default 1433: cliccare sul tab Indirizzi IP, scorrere la schermata fino in fondo e verificare che alla voce IPAll siano impostati i seguenti valori, e cioè Porta TCP=1433 e Porte dinamiche TPC=vuoto:
  3. Aggiungere un'eccezzione al firewall di Windows per permettere la comunicazione sulla porta 1433.
  4. Nel caso si utilizzi anche un firewall hardware, sarà necessario anche in questo caso abilitare la comunicazione sulla porta 1433 verso il server che ospita SQL SERVER.

 A questo punto il nostro motore di database è in grado di accettare connessione remote; la procedura è la medesimo per SQL SERVER 2008 e 2012.

Umbraco: errore "No Document exists with Version xxxxxxxx"

Nella gestione dei contenuti, se cliccando su un nodo viene visualizzato l'errore "No Document exists with Version xxxxxxxx", significa che c'è stato un problema nel back-end di umbraco sulle versioni del documento.

Nel dettaglio, il problema è dovuto ad un disallineamento delle versioni nelle tabelle cmsContentVersion e cmsDocument, creando così delle versioni orfane.

Utilizzando questa query è possibili visualizzare queste versioni orfane:

SELECT * FROM cmsContentVersion
WHERE
    cmsContentVersion.VersionId NOT IN (SELECT VersionId FROM cmsDocument) AND
    cmsContentVersion.ContentId IN (SELECT nodeId FROM cmsDocument)

Per risolvere il problema è necessario eseguire questa seconda query che elimina i record orfani:

DELETE FROM cmsContentVersion
WHERE
    cmsContentVersion.VersionId NOT IN (SELECT VersionId FROM cmsDocument) AND
    cmsContentVersion.ContentId IN (SELECT nodeId FROM cmsDocument)

SkyDrive e SharePoint: errore "Non è possibile sincronizzare la raccolta perché è troppo grande"

L'errore Non è possibile sincronizzare la raccolta perché è troppo grande è dovuto a dei limiti di SkyDrive.

SkyDrive Pro consente di sincronizzare fino a 20.000 elementi nella raccolta di SkyDrive Pro, cartelle e file inclusi. Per altre raccolte, come quelle nei siti del team, SkyDrive Pro può sincronizzare fino a 5.000 elementi, cartelle e file inclusi.

Ecco l'elenco completo degli errori di sincronizzazione : http://office.microsoft.com/it-it/sharepoint-help/problemi-con-la-sincronizzazione-HA102892742.aspx

 

SharePoint 2013 : manca la voce "Accedi come utente diverso"

In Microsoft SharePoint 2013, è possibile notare che manca l'opzione di menu Accedi come utente diverso:

E' possibile attivare l'opzione in due modi:

  1. Accedere al sito di SharePoint utilizzando l'URL http://MySiteUrl/_layouts/closeConnection.aspx?loginasanotheruser=true;
    in questo caso è possibile aggiungere un collegamento nella barra principale per avere il link sempre disponibile
  2. Aggiungendo la voce al menù modificando il file che si trova in C:\Program Files\Common Files\Microsoft Shared\Web Server Extensions\15\TEMPLATE\CONTROLTEMPLATES\Welcome.ascx aggiungendo il seguente codice prima dell'elemento con ID “ID_RequestAccess”:
    <SharePoint:MenuItemTemplate runat="server" ID="ID_LoginAsDifferentUser"
     Text="<%$Resources:wss,personalactions_loginasdifferentuser%>"
     Description="<%$Resources:wss,personalactions_loginasdifferentuserdescription%>"
     MenuGroupId="100"
     Sequence="100"
     UseShortId="true"
     />